Home Prestazioni Anticipi

Prestazioni

Anticipi

Prima del pensionamento puoi richiedere delle anticipazioni sulle somme accumulate. Le somme richieste come anticipazione possono essere reintegrate dall’aderente con versamenti volontari anche periodici, sia direttamente che tramite il datore di lavoro secondo le modalità stabilite nei Regolamenti per la contribuzione volontaria, specificando la causale del versamento.

È possibile chiedere un’anticipazione per:

  • spese sanitarie a seguito di gravissime situazioni relative a sé, al coniuge e ai figli per terapie e interventi straordinari riconosciuti dalle competenti strutture pubbliche; può essere richiesta in qualsiasi momento, per un importo non superiore al 75% della posizione individuale maturata;
     
  • acquisto della prima casa di abitazione per sé o per i figli; può essere richiesta decorsi 8 anni di iscrizione per un importo non superiore al 75% della posizione individuale maturata;
     
  • ristrutturazione della prima casa di abitazione propria o dei propri figli; può essere richiesta decorsi 8 anni di iscrizione per un importo non superiore al 75% della posizione individuale maturata;
     
  • ulteriori esigenze; può essere richiesta decorsi 8 anni di iscrizione per un importo non superiore al 30% della posizione individuale maturata.

 

Le anticipazioni possono essere richieste dall’aderente anche più di una volta.

DEROGA!

Le Anticipazioni richieste dagli iscritti residenti nei Comuni del Centro Italia colpiti dagli eventi sismici del 24 agosto 2016 e del 26 e 30 ottobre 2016 sono accolte a prescindere dal requisito degli otto anni di iscrizione a una forma pensionistica complementare. La deroga ha durata triennale e si applica alle domande pervenute al fondo nel periodo intercorrente fra il 24 agosto 2016 e il 24 agosto 2019.


Per maggiori informazioni sulle anticipazioni e sui documenti da allegare al Modulo, consulta il Documento sulle Anticipazioni.